h1.entry-title {text-align:center; font-size: 28px; font-weight: 600; letter-spacing: 1px; color: #20292f; padding-top: 40px; }
Crea sito

L’estate è un’alleata perfetta per le escursioni in montagna, quando il caldo in città è insopportabile, il rimedio migliore è prendere uno zaino e fuggire verso le fresche valli delle nostre montagne.

Passeggiare tra i boschi, in compagnia della natura per ammirare gli scenari meravigliosi della Sila, è qualcosa di affascinante ma può nascondere dei pericoli, spesso sottovalutati. Qui di seguito alcuni pratici per divertirsi in sicurezza.

Scegli gli itinerari giusti

A volte si sottovaluta l’aspetto più importante che è l’itinerario giusto per la nostra passeggiata in montagna. Spesso si intraprende un percorso in modo spontaneo e senza informarsi a sufficienza. E’ importante documentarsi in modo appropriato sulla zona che si intende visitare e soprattutto scegliere un itinerario che sia adeguato alle proprie capacità fisiche.

Il meteo

Una buona pratica può essere quella di informarsi sulle previsioni meteo oltre a quella di osservare costantemente lo sviluppo del tempo. Nel dubbio meglio tornare indietro.

L’abbigliamento giusto

L’abbigliamento naturalmente deve essere appropriato perché le condizioni del tempo in montagna possono essere molto variabili. Lo zaino è il miglior amico dell’escursionista: deve contenere tutto ciò che può servire, tutto l’occorrente per le necessità del percorso e per tutte le eventuali situazioni che si possono creare durante il viaggio, persino eventuali emergenze (vedi infografica). Nello zaino portare con sé qualche spuntino: panini farciti, tavolette di cioccolato, frutta secca, bevande.

escurzioni - zaino - sila

Il gruppo

La scelta dei compagni di viaggio per quanto possa sembrare banale è un aspetto di cui tener conto: scegliere bene i compagni di passeggiata è importante perché in caso di emergenze potresti dover fare affidamento su di loro. Avere qualcuno con una certa esperienza nelle escursioni può aiutare a prevenire i rischi e a fronteggiare al meglio eventuali emergenze in cui potrebbe imbattersi il gruppo.

La prudenza non è mai troppa

  • Quando si intraprende un’escursione in montagna, informare qualcuno dell’itinerario che si prevede di percorrere e soprattutto non intraprenderla mai da solo.
  • Conoscere la montagna e i suoi pericoli (cadute di pietre, valanghe, crepacci, etc.), in modo da poterli evitare.
  • Studiare preventivamente itinerari alternativi di rientro.
  • Stare costantemente all’erta.
  • L’alimentazione deve essere tale da garantire un apporto energetico adeguato, senza appesantirsi troppo.
    Calcolare il tempo di percorrenza.

Percorrendo l’itinerario

Rispetta la natura, la flora e la fauna, conserva i rifiuti nello zaino ed evita di uscire inutilmente dal sentiero e di prendere scorciatoie.

 

Per maggiori informazioni