h1.entry-title {text-align:center; font-size: 28px; font-weight: 600; letter-spacing: 1px; color: #20292f; padding-top: 40px; }
Crea sito

Un prodotto locale conosciuto in tutto il mondo, dalle ottime proprietà nutrizionali, protagonista di numerose ricette tipiche

di Francesca Iaquinta

Passeggiando in Sila nel periodo estivo, ci si imbatte in rigogliosi campi verdi. Coltivazione principale dell’altopiano silano è la patata. Gli oltre 1000 metri di altezza, alla quale la patata viene coltivata, le conferiscono particolari qualità nutrizionali ed organolettiche.

Il profondo legame con il territorio ha permesso di ottenere nel 2010 il riconoscimento di Prodotto di Indicazione Geografica Protetta (IGP). A tutela e per la valorizzazione del prodotto di qualità è stato riconosciuto nel 2012, il Consorzio di Tutela della Patata della Sila I.G.P. che ha il compito di:

  • tutelare, promuovere e valorizzare il prodotto certificato;
  • favorire l’applicazione del Disciplinare di produzione da parte di tutti gli interessati al Sistema di controllo dell’organismo autorizzato;
  • contribuire alla vigilanza ed alla salvaguardia della Identificazione Geografica Protetta in ogni fase della produzione, trasformazione e commercializzazione;
  • informare il consumatore attraverso la conoscenza del marchio di qualità “Patata della Sila I.G.P” che garantisce e certifica la sicurezza alimentare insieme alla tracciabilità ed all’origine del prodotto.

Uno dei più grandi consorzi che raggruppa 41 associati è il Consorzio Produttori Patate Associati Soc. Coop. Agr. a r.l. che oltre ad essere una delle più grandi realtà di tipo associativo nell’altopiano Silano ed anche riconosciuta come organizzazione di produttori di patata dalla Regione Calabria. Da un punto di vista commerciale il Consorzio negli ultimi anni è in forte espansione, affacciandosi ai mercati non soltanto nazionali ma anche internazionali.

PROPRIETA’ NUTRIZIONALI

Le particolari condizioni pedoclimatiche e le varie escursioni termiche tra giorno e notte, alle quali le patate vengono coltivate, conferiscono una maggiore quantità di amido, una polpa più soda ed una buccia più resistente ed in grado di resistere agli attacchi dei batteri. Queste caratteristiche la rendono adatta alle fritture e alle cotture più lunghe, da un sapore deciso e più marcato. Inoltre, la patata viene coltivata seguendo delle rotazioni del terreno. In particolare, il disciplinare di produzione della patata I.G.P. prevede due anni di rotazione tra leguminose e foraggio, in maniera tale che il terreno non venga sfruttato e stressato con coltivazioni intensive, anzi preparato al successivo ciclo di produzione ricco in sostanze organiche e minerali.

La patata è un’ottima fonte di carboidrati complessi come l’amido. Contiene fibre e nonostante un piccolo apporto di proteine circa d 2 g, contiene amminoacidi essenziali quali lisina e triptofano. È inoltre ricca in sali minerali quali: sodio, potassio, ferro, magnesio, selenio, zinco, rame e molti altri. E non solo, contiene le vitamine del gruppo B, piccoli quantitativi di vitamina C ed E.

 

RICETTA TIPICA SILANA

Minestra di patate, fagioli e cicoriette selvatiche

Ingredienti per 4 persone:Ricetta con patate della Sila

  • 4 patate medie,
  • 200 g di fagioli borlotti già lessati,
  • 400 g di cicoriette selvatiche sbollentate,
  • acqua q.b.,
  • sale,
  • olio EVO.

Il procedimento è semplicissimo, basta pelare le patate e tagliarle a rondelle non troppo spesse. Mettere in una casseruola tutti gli ingredienti e aggiungere dell’acqua fino a quasi ricoprirle. Le nonne raccomandano una cottura a fuoco lento e senza mai mescolare. Quando l’acqua si sarà quasi assorbita si mescola ben bene fino a renderla una crema. Si sala e si serve aggiungendo un filo di olio extravergine di oliva. La minestra è cosi servita.

Questo piatto permette di esaltare le caratteristiche nutrizionali ed organolettiche della patata.  Inoltre, nonostante la semplicità degli ingredienti è un piatto che da un punto di vista nutrizionale è ben bilanciato e completo, in quanto le fornisce tutti i nutrienti necessari carboidrati, proteine, fibre e grassi polinsaturi apportati dall’olio EVO.

Francesca Iaquinta